MEI 2013: Radio 108 Network incontra Giordano Sangiorgi

In vista dell’atteso MEI 2013, Meeting delle Etichette Indipendenti, che quest’anno si terrà a Faenza dal 27 al 29 Settembre, Radio 108 Network intervista il Coordinatore Generale del Festival Giordano Sangiorgi.

1) Il MEI, Meeting delle Etichette Indipendenti, è di certo la più importante manifestazione culturale dedicata alla musica indipendente italiana. Ma entrando nello specifico, come si svolgerà l’edizione di quest’anno e qual’è la mission principale del MEI?
Sara’ una 72 ore di musica non stop dal venerdì 27 settembre a domenica 29 settembre nel cuore del centro storico della città di Faenza. Con l’esibizione dei vincitori di un centinaio di contest per emergenti indies provenienti da tutt’Italia, creando così la piu’ importante vetrina della giovane musica italiana, come ha sempre fatto il Mei fin dalla sua prima edizione,  prima con etichette discografiche indipendenti e oggi insieme ai festival per emergenti, nuovi produttori di nuovi artisti. Insieme a loro tanti testimonial importanti per portare il grande pubblico a sentire le nuove proposte di nuova musica italiana: da Peppe Voltarelli alla Bandabardoì, dagli Almamegretta a Pierpaolo Capovilla del Teatro degli Orrori, da Cristiano Godano dei Marlene Kuntz a Umberto Palazzo del Santo Niente e tanti tanti altri.

2) Nei suoi 17 anni di vita il MEI ha subito numerosi cambiamenti che lo hanno portato ad essere la celebre manifestazione che conosciamo oggi. Quali sono allora le principali novità di quest’anno rispetto alle scorse edizioni?
Nelle tre giornate, dopo l’anteprima del venerdì sera 27 settembre dedicata coi Blastema al progetto dei dj-remix con brani rock, mentre in Piazza del Popolo si omaggia il neo-liscio con Moreno Conficconi e l’Orchestra che omaggia Casadei e la musica delle nostre terre, presenteranno uno spettacolo in prima nazionale con Gene Gnocchi: una sorta di anti Mtv Awards statunitense in chiave comico-surreale. Ma soprattutto faremo due focus importanti nei due giorni di kermesse: tutta la giornata di sabato 28 settembre sara’ dedicata ai festival mentre quella di domenica 29 settembre al web e ai nuovi progetti sul web presenti in Italia. Per i tre giorni poi celebreremo i 20 anni di Neo Folk Indipendente premiando i principali artisti che l’hanno fondato e che saranno al Mei 2.0: Peppe Voltarelli ospite in Piazza del Popolo venerdì 27 settembre, la Bandabardoì’ alla Notte Bianca del Mei sabato 28 settembre che celebra proprio i 20 anni di carriera, e gli Almamegretta che si esibiranno domenica 29 settembre al Mei 2.0 di Faenza dopo avere partecipato all’ultimo Festival di Sanremo. Ma ci sono tantissime altre novità tutte da scoprire sul sito www.meiweb.it dove si può trovare il ricchissimo programma.

3) Quali sono le aspettative per questa edizione?
Quello di confermare i successi delle scorse edizioni, pur con le difficoltà economiche che il nostro paese attraversa, e insieme di proseguire a lanciare giovani artisti originali e inediti nel panorama della nostra musica come sempre accaduto e soprattutto di proseguire ad essere un grande momento di incontro e di confronto per gli operatori del settore.

4) Secondo lei il mercato della musica italiana di oggi è a numero chiuso oppure è aperto e propenso alle novità?
E’ un discorso lungo. Credo che la fase attuale di crisi economica, di innovazione tecnologica e di desiderio di evasione messe tutte insieme con una scarsa attenzione rispetto a tempo fa alla cultura in generale, non favorisca chi propone innovazioni in campo musicale e linguistico. Resta di fatto che stiamo vivendo un periodo creativo molto interessante per la giovane musica italiana alternativa originale e inedita anche se fatica sempre di più ad incontrare il grande pubblico se si esclude il grande successo di ascolti dell’ultimo Sanremo che ha permesso di fare conoscere al grande pubblico di massa gruppi e artisti come Marta sui Tubi, Blastema, Almamegretta e tanti altri fino ad allora ingiustamente considerati di nicchia. C’è una grande attenzione per il rap che, esclusi i fenomeni da baraccone, propone una nutrita schiera di giovani artisti capaci di raccontare la realtà in cui viviamo , insieme a un’altra nutrita schiera di giovani cantautori e cantautrici.

5) Di certo il MEI ci stupirà anche quest’anno come in ogni sua edizione. Ringraziando Sangiorgi per la sua grande disponibilità, volevamo fargli un’ultima domanda: lancerebbe il suo invito speciale ai sostenitori di Radio 108 Network per il MEI 2013?
Certo, con grande piacere! Credo sia imperdibile immergersi per 72 ore in una lunga kermesse che permette di ascoltare ogni nuova proposta musicale divertendosi, visitando gli stand in Piazza del Popolo e partecipando conoscendo gente alla Notte Bianca che occuperà ogni spazio della città fino al mattino del sabato. Un’esperienza unica che rende ognuno come e’ sempre stato al Mei protagonista della  propria musica.

E noi di Radio 108 Network di certo non mancheremo a questo grande evento! Ringraziando il Dott.Sangiorgi, vi ricordiamo che per avere ulteriori info riguardo il festival potete visitare il sito ufficiale www.meiweb.it

Intervista a cura di Daniele Orecchio

3 pensieri riguardo “MEI 2013: Radio 108 Network incontra Giordano Sangiorgi

  • settembre 10, 2013 in 9:17 am
    Permalink

    Penso che questa possa essere davvero una grande opportunità per diffondere e far conoscere la cultura della musica indipendente e i suoi ideali!

    • settembre 12, 2013 in 9:15 am
      Permalink

      Si, è proprio una grande opportunità! La musica indipendente si sta espandendo sempre di più ed è giusto che gli si dedichi sempre più spazio…un ringraziamento va anche a “Radio 108 Network” che trasmette musica proveniente da questa bellissima realtà!

Lascia un commento