La lettera scarlatta | Nathaniel Hawthorne

DESCRIZIONE RAPIDA

TITOLO : La lettera scarlatta
AUTORE: Nathaniel Hawthorne
GENERE: Romanzo
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 1850

 

TRAMA

Hester Prynne partorisce una bambina, in seguito ad un legame extraconiugale. La comunità puritana, cui ella appartiene, le impone di esibire sul petto una lettera A scarlatta, come identificativo. La medesima comunità verrà raggiunta proprio dal marito di Hester…

ANALISI

la vicenda riguarda, inevitabilmente, la lettera scarlatta ed i vari significati assunti, laddove la narrazione progredisce. Sul principio, essa costituisce pubblica esibizione, esternazione del peccato. Hester Prynne è destinata all’allontanamento dalla vita sociale e civile, mentre la popolazione le riserva diniego. Tuttavia ciò sancirà l’espiazione. Quindi la A concretizza muta condivisione, un segreto, che corrode l’animo, invocando il cammino verso l’ascesi. Infine la redenzione: il simbolo del peccato diviene motivo di riflessione, analisi spirituale, di miglioramento.
Pubblicata nel 1850, l’opera rimane senza dubbio un esempio di romanzo romantico, dove l’accezione coinvolge la componente umana e sentimentale, cui si unisce quella trascendentalista.
La narrazione procede lineare, quandanche indugi su sensazioni ed emozioni, su comportamenti, o su riflessioni interiori. Ciò si verifica soprattutto nella prevalenza ipotattica. Quest’ultima sostiene l’impronta descrittiva, tuttavia non pregnante. La medesima narrazione crea immagini, che restituiscono al lettore il senso profondo della materia narrata, mentre i dialoghi, costruiti con dovizia, si adattano agli impulsi emotivi dei singoli personaggi.

 

COMMENTO

Debolezza e sofferenza costituiscono le peculiarità appartenenti ai due principali personaggi – Hester e Dimmesdale, padre di Pearl – che Hawthorne indaga con sapienza ed eleganza.

 

CURIOSITà

l’autore utilizza un espediente letterario, per introdurre la vicenda, corrispondente ad un elemento autobiografico: presso la dogana di Salem, egli rinviene una cassetta contenente la Storia di Hester Prynne e la A scarlatta, ricavata attraverso la stoffa. Hawthorne lavorò effettivamente alla dogana della suddetta città.

Recensione a cura di Valeria Provenziani