Palomar | Italo Calvino

palomar-italo-calvinoDESCRIZIONE RAPIDA

TITOLO: Palomar
AUTORE: Italo Calvino
GENERE: Romanzo
DATA DI PUBBLICAZIONE:  1983

TRAMA

Il signor Palomar si erge con i piedi ben stabili sulla spiaggia. Il suo proposito consiste nel voler osservare non l’insieme delle onde, bensì una sola fra queste…

ANALISI

Occorre sottolineare un elemento: il Signor Palomar persegue la saggezza, la conoscenza umana di cose elevate. Due sezioni compongono l’opera, una prima intitolata La vacanza di Palomar ed una seconda, Palomar va in città. Se La vacanza di Palomar concerne l’allontanamento da una realtà circoscritta ed immutabile, inseguendo proprio verità universali, Palomar va in città riconduce il protagonista alla medesima circoscritta realtà. La questione non si esaurisce qui: l’antitesi fra mondo fisico ed ideale viene azzerandosi, ancorché la saggezza riguardante cose elevate parta proprio dal mondo terreno, sensibile – per utilizzare un termine filosofico. Capitolo calzante tale aspetto è Palomar fa la spesa. Carni e formaggi creano memoria storica, laddove si fanno portatori , essi stessi, della cultura umana, attraverso peculiarità, che hanno storicamente acquisito. La loro concretezza genera le riflessioni di Palomar circa il rapporto fra spazio e tempo, in un crescendo tematico.

Palomar esercita un atteggiamento fisico e mentale votato all’alto: il suo sguardo spesso è catturato dalla luna, dalle stelle, dai pianeti e da elementi impercettibilmente universali, che la Terra stessa offre.

COMMENTO

La contrapposizione – allo stesso tempo vincolo – fra mondo fisico ed Universo, ovvero mondo ideale, spinge il lettore ad abbandonare una visione superficiale della realtà, per guadagnare conoscenza superiore.

CURIOSITà

Il nome del protagonista, ovvero Palomar, si riferisce al famoso osservatorio Astronomico in California e simboleggia l’atteggiamento del Palomar verso l’alto, verso la comprensione di verità universali, fin dove il conoscibile lo conduce.

Recensione a cura di Valeria Provenziani