Piccole Donne | Louisa May Alcott

piccole-donne-louisa-may-alcottDESCRIZIONE RAPIDA
TITOLO:
Piccole Donne
AUTORE:
Louisa May Alcott
GENERE:
Romanzo
ANNO DI PUBBLICAZIONE:
1868

 

TRAMA

La vicenda riguarda la signora March e le sue quattro figlie, Meg, Jo, Beth e Amy. In apertura i festeggiamenti riservati alle festività natalizie, caratterizzata dalla pesante assenza paterna per le ragazze e maritale per la medesima signora March, la quale deve adoperare numerosi sacrifici, per rendere l’atmosfera quantomeno serena…

ANALISI

L’ aspetto portante verte sulla varietà individuale delle protagoniste. Le sorelle March differiscono per peculiarità sia fisiche, sia caratteriali e ciò permette un’identificazione con ciascuna.

Jo è riconosciuta come una fra le più emblematiche figure letterarie: ella brama lavori maschili, lamentando le poco numerose occupazioni, cui le donne possono dedicarsi; apparentemente arresa sotto i colpi inferti dalle convenzioni sociali, Jo rifiuta la proposta matrimoniale di laurie, laddove essa costituisce la maggiore ambizione femminile, durante l’Ottocento.

Un secondo aspetto fondamentale risiede nel ruolo della scrittura, quale opposizione alle convenzioni sociali.

Jo possiede una spiccata immaginazione ed il mondo derivante costituisce un baluardo contro l’ingiusta realtà. La scrittura diviene, quindi, sfogo esistenziale.

Il punto di vista tecnico deve concentrarsi sulla fluidità e la morbidezza sintattica, sui dialoghi semplici, ma efficaci – conducono la mente ad una qualsiasi immagine quotidiana, quasi il lettore incarni, se medesimo, un personaggio, che agisca sulla scena – mentre la letteratura nella letteratura, riferendoci alle opere teatrali lette, scritte e messe in scena da Jo, favoriscono il superamente del limite fra storia e fruitore.

COMMENTO

l’opera si configura come un romanzo per ragazzi – probabilmente richiesto alla Alcott dal proprio editore in virtù di una simile esigenza – e rimane fra i più letti e i più amati. Anche gli adulti vi si approcciano con entusiasmo, riconoscendo se stessi attraverso le personalità delle quattro sorelle March.

Un classico per eccellenza.

Recensione a cura di Valeria Provenziani