Si Lasciano Tutti | Simone Laudiero

Radio 108 Network propone questa settimana la nuova pubblicazione di Simone Laudiero, intitolata “Si lasciano tutti”. Abbiamo deciso di dedicare la rubrica libri al May Roma Web Fest. Si tratta di un evento scaturito dalla collaborazione tra Roma Web Fest e Radiospeaker, cui Radio 108 Network parteciperà in qualità di una delle sette migliori web Radio Nazionali, tra quelle partecipanti.

Simone Laudiero, membro del Comitato tecnico per l’evento, sarà responsabile contenuti del May Roma Web Fest, pertanto la nostra emittente ne celebra il lavoro. Per maggiori informazioni, consulate il sito e le pagine social di Radio 108 Network e vi invitiamo a partecipare. L’ingresso è gratuito!

Trama

Trent’anni sulle spalle e un impiego di segreteria, Roberto, ma l’impressione di chi abbia appena vissuto una rottura sentimentale, benché faccia coppia fissa con Sandra. Non appena il protagonista si dimostra pronto alla convivenza, la nonna della sua compagna si separa dal marito e torna ad abitare nella casa che avrebbe fatto da cornice al grande passo, sfrattando la nipote.

Come una fatale epifania, Roberto si rende conto di non voler perdere la partita e rinunciare a ciò che possiede; forse lottare contro la famiglia della sua compagna spingerà Roberto a compendere cosa cerca nella vita.

Analisi Critica

Uno scorcio sui sentimenti, commedia divertente con oggetto l’amore e i suoi fraintendimenti, il secondo libro di Simone Laudiero costruisce un protagonista “assonnato”, che, come per incanto, subisce un’epifania, vagamente somigliante ad uno schiaffo, proveniente dalla mano amica di Costantino. Ora Roberto non è più lo stesso: vive continuamente in bilico tra cuore e mente, logica ed istinto, senza riuscire a guardarsi dentro e comprendere cosa realmente cerchi in se stesso, in Sandra e nella vita di coppia, se questa esiste!

Una narrazione lineare, catalizzante la trama e la cornice narrativa verso l’unico nodo cruciale, il mondo variopinto delle emozioni. Il linguaggio colloquiale, benché oppurtamente curato, dunque mai troppo semplice, permette di condurre la lettura in modo scorrevole, rendendo il lettore partecipe delle evoluzioni psicologiche di Roberto. Un misto tra presente e passato ( numerosi sono i “Flasbacks” ), ambientato nella moderna Napoli, esso tende a rivelare i risvolti futuri durante la battaglia contro la famiglia di Sandra e contro i fantasmi sbiaditi di una certezza passata, forse presente.

Commento del Redattore

Se amate un genere leggero, ma capace di tenere viva l’attenzione, “Si lasciano tutti” è senza dubbio all’altezza. La chiarezza e la spontaneità di narrazione sono le peculiarità, che il Woody Allen Partenopeo cuce addosso al suo secondo libro, eliminando scontatezza e superficiali aspetti narrativi.

Voto: 4/5

Articolo a cura di Valeria Provenziani

Lascia un commento