Max Rocker: My Road è il suo primo album in uscita il 16 Febbraio 2017

Anticipato dal singolo Tommy Don’t Look Back uscito il 7 Luglio 2016, esce il 16 Febbraio 2017, per l’etichetta Silver Records in tutti gli Store Digitali My Road, il primo album solista di Massimo Galassi, alias Max Rocker.

My Road è un viaggio musicale alla ricerca di una nuova strada per il Songwriter toscano. E’ un disco forte, ricco di sonorità Country-Rock, volutamente registrato quasi del tutto acustico. Max Rocker trae forte ispirazione da Tyla (voce dei Dogs D’Amour) e Willy DeVille storico cantautore statunitense.

Tra le righe delle 9 canzoni del disco, troviamo un ponte tra passato e futuro, ricordi e speranze, il tutto caratterizzato da una forte determinazione per un cammino a testa alta, verso nuovi sogni. Rock and Roll, droghe, alcool, tragedie, amore e passione, sono questi gli ingredienti usati da Max per raccontare la sua vita ed il suo mondo musicale.

Il disco è stato registrato a Follonica presso il Brainspot Studio con la collaborazione dei musicisti Nico Pistolesi al pianoforte, Alessandro Golini al violino, Gabriele Gianneschi alla chitarra elettrica, Il Commisserio alla chitarra solista su Garden of Fear e Gabriele Bazzechi alla batteria. Max Rocker ha suonato chitarra acustica, chitarra elettrica e basso elettrica.

Max Rocker – Biografia

Massimo Galassi, in arte Max Rocker, nasce il 3 maggio 1979 nella splendida Maremma ed il suo primo vero incontro con al musica arriva a 14 anni, quando scopre la chitarra ed inizia a suonarla da autodidatta.

Onnivoro di musica, colleziona dischi da sempre. Shooter Jennings, Ryan Bingham, Steve Earle, Mike Ness, Willy DeVille, questi sono alcuni dei suoi artisti preferiti.Nel 2010 inizia a suonare con la Punk/Rock Band “Sick Boys Revue” dove ricopre il ruolo di chitarrista ritmico. Con loro ha registrato un Ep e due Album, portati in Tour in tutta Italia riscuotendo consensi dal pubblico.

Nel 2016 da vita al suo progetto acustico/elettrico solista dove riversa il suo lato più intimo, fatto d’amore, speranza e tristezza. Scrivendo sempre con l’energia di un Rocker, mescola il Rock ed il Blues fino ad arrivare alle sonorità Country che segnano il nuovo cammino del cantautore. Il suo modo di comporre lo avvicina al sound di Bruce Springsteen, Steve Earle e Bryan Adams.

Articolo a cura dell’Ufficio Stampa Silver Records